A Positano trekking e passeggiate di primavera

Dopo una rilassante passeggiata nella bellissima Positano e magari una visita al Museo Archeologico Romano con i resti della Villa Romana, vale la pena scoprire i dintorni di questa splendida località della Costiera Amalfitana, con due escursioni imperdibili. In base al tempo a disposizione e al livello di allenamento, potete scegliere quella al Montepertuso o quella al Sentiero degli Dei, due splendidi percorsi di trekking tra mare e montagna che vi lasceranno senza fiato… non tanto per la fatica, quanto per la loro incredibile bellezza.

Positano trekking: escursione al Montepertuso

panorama_Sentiero_degli_DeiL’escursione più breve è quella di Montepertuso, frazione di Positano raggiungibile con il bus che parte da piazza dei Mulini.

È così chiamata per il pertuso, ossia il buco nel monte Gambera (510 metri). Leggenda vuole che fu la Madonna ad aprire il buco con il dito durante una lotta col diavolo.

La passeggiata al “buco” richiede una mezz’ora: il sentiero si trova subito dopo il ristorante IL Ritrovo (via Montepertuso 77).

Per arrivare in cima bisogna attraversare diversi terrazzamenti e salire svariate rampe di scale, ma l’arrivo è spettacolare: una veduta mozzafiato che abbraccia la parete con il pertuso, l’intera baia di Positano, gli isolotti di Li Galli e Capri.

Escursioni Positano: il Sentiero degli Dei

Positano_trekking_sentiero_degli_dei_costiera_amalfitana

Più impegnativo (circa 4 ore), ma da fare una volta nella vita è il Sentiero degli Dei, nel Parco Regionale dei Monti Lattari. Unisce a 700 metri di altezza i paesini di Bomerano, frazione di Agerola, e Nocelle, sopra Positano.

Il Sentiero degli Dei parte dalla piazza Capasso di Bomerano e serpeggia per 7 chilometri sul fianco della montagna. Tra immense vedute tra cielo e mare, si incontrano la grotta del Biscotto (588 metri), il sentiero Cai 27 che sale da Furore e alcune fontanine di acqua sorgiva.

Dopo circa un chilometro di cammino, a Colle della Serra, si prende la biforcazione a destra e si prosegue per Nocelle. All’improvviso appare l’imponente costa di Praiano e Positano fino a Punta Campanella, mentre dal mare emergono gli scogli di Li Galli e i possenti faraglioni di Capri sullo sfondo.

Per avere sempre questo spettacolo di sole e mare davanti agli occhi, è meglio percorrere il Sentiero degli Dei da Bomerano a Nocelle e non viceversa.

Dopo circa tre chilometri di cammino la roccia cambia colore, dal nero al grigio, al rosa salmone; il sentiero si fa difficile e scende di quota. Si rientra nella gola, si continua a camminare e infine, dopo aver attraversato il vallone Grarelle, si arriva a Nocelle.

Arrivati al borgo si può continuare a piedi verso Positano (1.700 gradini) o tornare in autobus.

Positano trekking: cerca tutte le attività e le esperienze che puoi fare a Positano e dintorni

Come arrivare a Positano:

Positano, a 43 chilometri dal capoluogo Salerno, si raggiunge in auto con l’A3, uscita Castellamare, poi si seguono le Statali 145 e 163; da Salerno statale 163.

In treno: da Napoli Centrale ferrovia Circumvesuviana fino a Sorrento, poi bus Sita.

In aliscafo: da maggio a ottobre Metrò del Mare da Napoli. In nave: Positano si raggiunge in nave da Sorrento, Salerno, Amalfi e dai diversi porti di Ischia.

In aereo: aeroporto di Napoli a 62 chilometri; da qui bus Curreri per Sorrento e bus Sita per Positano.

In camper: area di sosta Camping Nube d’Argento, Sorrento, via Capo 21.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.