Alla scoperta della Maremma

Sono molti i turisti da tutta Europa, che vanno in Maremma in vacanza. La maggior parte di questi però, si ferma soprattutto per ammirare il mare e le bellissime spiagge.

Vogliamo invece proporvi un itinerario diverso, per ammirare la Maremma in qualsiasi periodo dell’anno, alla scoperta di parchi naturali incontaminati e delle antiche vestigia etrusche.

Cosa vedere Maremma: Roselle, una delle più grandi città etrusche

Gli etruschi erano una popolazione industriosa e particolarmente evoluta che si è sviluppata nell’antichità in buona parte dell’Italia centrale. Nel corso dei secoli molte delle loro città sono state assorbite da Roma, a volte continuando a prosperare.

Nei pressi di Grosseto si trova proprio una delle più grandi città etrusche, divenuta poi romana, nota con il nome di Roselle. Sul luogo in cui sorgeva sono stati ritrovati molteplici resti, tra cui le antiche mura ciclopiche.

Il Parco Archeologico di Roselle sorge a breve distanza da Grosseto, è visitabile e sono disponibili anche guide esperte della zona che spiegano la vita nell’antica città e l’importanza delle vicine colline metallifere.

Di grande interesse sono anche i resti nei pressi di Vetulonia, così come Sovana etrusca.

Cosa visitare Maremma: i parchi naturali

La Maremma ha una natura aspra e forte, caratterizzata dalla macchia mediterranea e da boschi, alcuni dei quali popolati da pini di varie specie.

La zona vanta una ricca varietà di specie botaniche, tra cui lecci, cisti, corbezzoli e lentischi. Le aree naturali sono diverse, tra cui spiccano, ovviamente, il Parco Naturale della Maremma e il Parco Costiero della Sterpaia, tra antiche dune di sabbia e costruzioni del passato.

Due imperdibili siti da visitare in Maremma sono la Riserva Naturale Diaccia Botrona, di grande interesse storico e naturalistico, grazie ad una ricca varietà di specie faunistiche, e l’Oasi WWF del Lago di Burano, una riserva naturale di 410 ettari, scelta come punto di sosta e svernamento da diverse specie di uccelli, tra cui fenicotteri rosa e aironi cenerini. Un vero paradiso per i birdwatcher e gli amanti della natura.

Di grande interesse, anche il Parco delle Colline Metallifere nei pressi di Grosseto.

Lungo la costa si trova l’Oasi WWF dell’Argentario, dove un’ampia laguna, che ospita innumerevoli specie di uccelli, separa il monte dalla costa e da Orbetello.

Come visitare le bellezze della Maremma

Questa zona è particolarmente vocata al turismo, soprattutto durante il periodo estivo. Per questo motivo, prima di preparare un itinerario che si sviluppa lungo la Maremma è importante considerare la stagione di partenza.

Per chi desidera soggiornare in Maremma in pieno inverno, da novembre a febbraio, è particolarmente comodo fermarsi all’Hotel Granduca a Grosseto centro, che è attivo per tutto l’arco dell’anno.

Dalla città, infatti, si raggiungono senza problemi tutte le principali mete della Maremma, e sono anche disponibili numerosi ristoranti e servizi utili per il soggiorno.

Purtroppo, per chi viaggia in pieno inverno, altre zone sono molto meno servite e potrebbero costringere a lunghi spostamenti prima di trovare un albergo in attività.

Inoltre, Grosseto è una delle perle della Maremma; si tratta infatti di una città che conserva le sue fortificazioni cinquecentesche che cingono interamente il centro storico.

Le sue mura offrono , perfetta per un pomeriggio da dedicare alla storia di questo luogo. I Medici governarono sulla città e hanno lasciato importanti ricordi del loro passaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.