Rodrigues, relax e natura incontaminata

 

Nel cuore dell’Oceano Indiano, a un’ora e mezzo dalla famosa Mauritius, c’è una striscia di terra, capace di regalare emozioni uniche e indimenticabili. L’Isola di Rodrigues è un  piccolo paradiso dell’Oceano Indiano, la più piccola delle Mascarene, immersa in una natura incontaminata e protetta dalla laguna che regala scorci e colori spettacolari.

Un’isola per pochi

È un piccolo angolo di paradiso, meta di pochissimi turisti, per lo più reunionesi, francesi e mauriziani. Ha una popolazione di 38.000 abitanti, tutti di cultura creola con forti contaminazioni francesi.

Il fatto che sia rimasta lontano dalle rotte più battute del turismo, le dona un fascino particolare e una bellezza semplice, che si comprende solo se si è disposti a viverne i ritmi lenti e le tradizioni genuine.

È scelta ogni anno da 8.000 turisti, di cui appena 400 italiani. Rodrigues è un luogo di pace assoluta, dove non ci sono locali di intrattenimento, solo rive semideserte, fondali brulicanti di vita e tanta quiete.

Lunga 18 chilometri e larga circa 6, si raggiunge con un’ora e mezzo di volo da Mauritius ed collegata all’Europa da voli giornalieri. È un’isola di origine vulcanica, con rilievi che non superano i 350 metri. La vegetazione che la ricopre si spinge fin quasi al mare.

La splendida laguna che la circonda, è un cerchio d’acqua turchese collegato all’oceano dalla barriera corallina, che le stesse maree tutelano e proteggono.

Rodrigues: spiagge e mare da favola

Isola di Rodrigues Aux Coco IleLe spiagge più belle di Rodrigues, St François, Trou d’Argent e Anse Bouteille, si raggiungono a piedi o in barca da Pointe Coton. Sempre accarezzate dal vento, sono lembi di sabbia bianchissima, che si alternano a gole rocciose: vero scrigno di biodiversità e paradiso per i subacquei.

 

A 15, 20 metri di profondità, si ammira il coloratissimo mondo sommerso dell’Oceano Indiano, specie rare comprese: pesci scatola, pesci foglia, cernie, barracuda e pesci pappagallo. Vicino alla roccia, correnti permettendo, gli amanti dello snorkeling, avranno la sensazione di nuotare in un acquario.

A causa del plancton e delle maree, però, sono rare le giornate in cui l’acqua è cristallina. La zona più riparata è a sud-est, dove la laguna si allarga e si riesce a camminare sui fondali bassi anche con l’alta marea.

Meta ideale per un’escursione, è la laguna di fronte Port Sud-Est, che offre una splendida vista sulle isole minori. Da un anno è stata dichiarata parco marino.

Port Mathurin, tanti colori e atmosfera creola

Nella capitale, Port Mathurin, si passeggia tra edifici coloniali ben restaurati. Ogni sabato mattina, l’atmosfera è resa festosa da un coloratissimo mercato.

In città si trovano l’ufficio del turismo, il tribunale e la sede del governo regionale. Vi sbarcano anche i traghetti provenienti da Mauritius.

Qui la vita scorre lenta, senza smania di progresso. Si sente solo il vociare dei venditori creoli. Qualche auto europea, rammenta la presenza dei turisti.

Cosa fare a Rodrigues

Per assistere ad uno spettacolo emozionante, dovete partecipare ad una battuta di pesca, che sull’isola è un vero cerimoniale. Si svolge in laguna e per seguirla si affitta una barca che consente di raggiungere gli angoli più remoti, dietro le isole di Hermitage e Île aux Chats.

Sono almeno dieci le barche che escono a pesca: piroghe a vela latina, mosse da lunghi bastoni, ciascuna con quattro persone a bordo. I pescatori gettano la rete creando un cerchio, e iniziano a fare rumore e a gridare per attirare i pesci. Man mano che entrano, chiudono il cerchio e ritirano la rete sulle barche.

Port Sud-Est si organizzano escursioni in barca di mezza giornata. Puntano sull’Île di Hermitage, dove ci si ferma anche per un picnic. Sull’isoletta le regole non sono ancora rigide come all’Île aux Cocos, a nord di Rodrigues, che merita comunque una visita per ammirare gli splendidi esemplari di uccelli che la popolano.

Imperdibile, anche la lussureggiante Riserva François Leguat, all’estremo sud dell’isola: 19 ettari di natura protetta, scelti da centinaia di tartarughe giganti di Aldabra per nidificare.

Info utili Isola di Rodrigues: come arrivare, clima, come muoversi

Per arrivare a Rodrigues, in aereo fino a Mauritius. Da qui, partono i voli per l’isola, due volte al giorno.

Per spostarsi ci sono i taxi, da preferire al motorino, a causa della condizione delle strade. Esclusi i mesi di luglio e agosto, a Rodrigues, si può andare tutto l’anno, senza temere piogge torrenziali. L’estate, è tra novembre e aprile, con temperature attorno ai 30 °C e piogge brevi e improvvise. L’inverno, è da maggio a ottobre, con temperature attorno ai 18 °C di giorno e 15 °C la sera. Il mese più caldo è febbraio. Rodrigues Island hotel.

Leggi anche: 

Isola di Rodrigues: spiagge da sogno, mare per sportivi e natura mozzafiato

Informazioni utili isole dell’Oceano Indiano: quando andare, documenti, clima

Immersioni Mauritius, le meraviglie dell’Oceano Indiano

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.