In Irlanda sulla Strada del Gigante

L’Irlanda del nord è un crescendo di luoghi spettacolari che culminano nei 300 metri più stupefacenti dell’isola: sono quelli della Strada del Giagante (Giant’s Causeway), la lunga scogliera formata da 40mila colonne di basalto che sembrano disegnare una strada lastricata verso la Scozia. 

Selciato del Gigante Irlanda: la strada del mito

Habitat di rari uccelli marini, questo sorprendente sito si è formato in seguito ad un’eruzione vulcanica tra i 50 e i 60 milioni di anni fa. Ma poco importa se le leggende sono più affascinanti. Come quella del gigante irlandese Finn McCool, che dopo aver costruito il selciato per raggiungere a piedi la Scozia e sfidare il rivale Benandonner, cadde addormentato per la stanchezza.

Quando il nemico venne a cercarlo, la moglie di Finn coprì il marito con un pesante drappo facendo credere che si trattasse “solo” del figlioletto. Immaginando quali potessero essere le dimensioni del padre, lo scozzese scappò via spaventato distruggendo la strada dietro di sé.

Storia e formazione della Strada del Gigante in Irlanda

Sessanta milioni di anni fa la contea di Antrim fu soggetta ad un'intensa attività vulcanica che provocò l'intrusione del basalto fuso e molto fluido attraverso dei letti di gesso, formando una lunga spianata rialzata di lava.

A contatto con l’acqua e l’atmosfera, la materia liquida si raffreddò portando alla conformazione delle colonne esagonali basaltiche che hanno dato vita ad uno dei tratti di costa più spettacolari dell’Irlanda del nord, noto come la Strada del Gigante o Selciato del Gigante.

Ciò che rende veramente unico questo luogo è la particolare conformazione delle rocce. Per la maggior parte sono a base esagonale, ma molte di esse hanno anche quattro, cinque, sette o otto lati. Piccoli pilastri di roccia addossati l’uno all’altro, così perfetti da sembrare scolpiti a mano da pazienti artigiani, e invece è una strabiliante opera della natura. 

Le colonne più alte raggiungono i 12 metri di altezza, ma quelle che si trovano sulle scogliere arrivano fino a 28 metri. Le formazioni rocciose visibili, che formano la cosiddetta Strada del gigante, sono solo la parte emersa del complesso, che sprofonda per diversi metri nel fondale marino sottostante.

Il primo ad annunciare la scoperta della Strada del gigante fu Sir Richard Bulkeley nel 1693, anche se in realtà il Vescovo di Derry, che aveva visitato questo luogo un anno prima fu il primo a scoprire il Giant’s Causeway.

All’epoca nacquero diverse teorie sull’origine di un luogo così particolare: l’esistenza di un gigante, il lavoro di uomini con cesello e piccone, un fenomeno naturale di origine sconosciuta.

Fu il francese Demarest nel 1771 ad individuare in un’eruzione vulcanica l’origine del fenomeno. Spiegazioni scientifiche a parte, la storia più affascinante che ruota intorno alla Strada del Gigante, avvolgendo questo tratto di costa irlandese in un alone di fascino e mistero, è comunque quella del gigante Finn McCool.

A circa un chilometro di distanza c’è un altro scorcio spettacolare: gigantesche rocce a strapiombo e campi di erica che sfiorano le onde e un isolotto collegato alla terra ferma da un ponte sospeso (the rope bridge). È fatto di corda; è sospeso a 30 metri di altezza su strapiombi mozzafiato e collega la terraferma all’isolotto di Carrick Island. Attraversare il ponte per raggiungere l’isola regala un’emozione che non si dimentica. In passato era usato dai pescatori di salmone, oggi è attraversato dai turisti che vogliono ascoltare i suoni dell’Oceano Atlantico che accarezza le coste di questo lato di Irlanda e godere della splendida visione della Scozia all’orizzonte. 

Strada del Gigante, paradiso di uccelli e piante rare 

L'area del Giant’s Causeway è un paradiso protetto per uccelli marini come il fulmaro, i Procellariiformi, il cormorano, l'uria e la gazza marina, mentre tra le fessure delle rocce fioriscono molte piante rare come l'asplenio, il trifoglio zampa di lepre, la festuca marina, la scilla verna e il celoglosso verde.

In alcune zone del Giant’s Causeway, l’azione millenaria dell’acqua e dei venti ha dato vita alla formazione di figure singolari. Le più famose sono “l’Organo”, lo “Stivale del Gigante”, gli “Occhi del Gigante”, i "Gradini di Shepherd", “l'Alveare", affacciato sull'oceano, “l'Arpa del Gigante", i "Chimney Stacks" (la pila di ciminiere), alte colonne di basalto che svettano sulle scogliere, il "Cancello del Gigante", proprio all'entrata della Strada del Gigante e la "Gobba del Cammello".

Giant’s Causeway dove si trova e come arrivare:

il Selciato del Gigante o Strada del Gigante, inserito nella lista dei Patrimoni dell’Umanità Unesco dal 1986, si trova a circa 3 km a nord di Bushmills, cittadina della contea di Antrim nel nord dell’Irlanda. Ci sono i voli dall’Italia per Belfast con Rayanair e Aer Lingus, ma si può atterrare a Dublino e proseguire in auto sulla Causeway Costal Route, una delle strade più panoramiche del mondo. Percorsi ben segnalati portano direttamente al Centro Visitatori del Giant’s Causeway. Oppure, arrivati a Bushmills, si possono prendere l'autobus o il caratteristico trenino che portano a poca distanza dall'ingresso.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: